6 Maggio Mag 2022 1451 6 months ago

Firma elettronica o firma digitale?

Le principali differenze tra tutti i tipi di firme e i diversi valori legali

Pexels Vojtech Okenka 392018

Firma elettronica o firma digitale

Quali sono le differenze?

Entrambe queste tipologie di firme sono previste dal Codice dell’Amministrazione Digitale, ma hanno valori probatori differenti. Per quanto riguarda la firma elettronica, esistono quella “semplice” e quella “avanzata”.

Nel primo caso, non sono state riconosciute le specifiche tecniche e, soprattutto, lo stato di sicurezza. Per questo motivo, ponendo la firma elettronica semplice su un documento, non è possibile garantire l’efficacia probatoria e servirà un giudice che valuterà gli specifici valori di sicurezza e integrità del documento informatico.

Le altre tre tipologie di firme (Firma Elettronica Avanzata, Firma Elettronica Qualificata e Firma Digitale) hanno il medesimo valore probatorio della scrittura privata enunciata dall’art.2702 del Codice Civile, fatta esclusione per i contratti immobiliari, per i quali è necessaria la Firma Elettronica Avanzata.

Firma Elettronica

Secondo il Codice dell’amministrazione digitale (decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82) la definizione di firma elettronica è la seguente: “l’insieme dei dati in forma elettronica, allegati oppure connessi tramite associazione logica ad altri dati elettronici, utilizzati come metodo di identificazione informatica”.

Ne esistono due tipologie: semplice e avanzata.

Firma Elettronica Semplice

Come descritto sopra, si tratta di un insieme di dati in forma elettronica utilizzati per autenticare e identificare documenti e dati a livello informatico. La firma elettronica semplice, tuttavia, è la tipologia meno usata nell’ambito professionale per diversi motivi, tra cui:

  • non può garantire la totale e inconfutabile autenticazione di chi ha firmato i documenti digitali,
  • è priva di sistemi informatici in grado di garantire l’integrità dei documenti.

Firma Elettronica Avanzata

Questo tipo di firma informatica è una delle più recenti e con più funzionalità di sicurezza. Infatti, è utilizzata molto di più da aziende e professionisti perché:

  • assicura sempre la totale integrità del documento e degli allegati
  • collega i dati che “contiene” offrendo quindi la possibilità di verificare e tracciare ogni modifica apportata al documento firmato,
  • identifica il firmatario.

Quindi, la firma elettronica avanzata, non solo assicura la validità legale al documento/allegato (o altro), ma conferma e garantisce che una specifica persona ha siglato e inviato quel documento con la sua firma.

Firma Elettronica Qualificata

La firma elettronica qualificata ha le medesime caratteristiche della firma elettronica avanzata, ma con funzionalità e caratteristiche tecniche aggiuntive, tra cui:

  • è costruita su uno specifico sistema di chiavi asimmetriche,
  • è basata su un certificato qualificato,
  • viene creata solo con dispositivi qualificati e specifici, come i token o la smart card.

E’ la tipologia di firma più forte di tutte: la sua sicurezza e validità sono inoppugnabili. Infatti, il firmatario (con specifici strumenti) ha sempre il pieno controllo all'identificazione univoca del titolare del documento e della firma apposta.

Firma Digitale

Ecco la tipologia di firma più utilizzata nell’ambito lavorativo.

La firma digitale, è un prodotto IT costruito su chiavi asimmetriche, una pubblica e una privata. Ciò che la rende la firma più utilizzata è proprio la chiave pubblica. Infatti, quest’ultimo elemento, fa sì che ogni utente abbia la possibilità di accertare l’origine del documento firmato. L’unione delle due chiavi crittografiche - pubblica e privata - rende la firma digitale la più sicura perchè ne assicura sempre l’integrità, l’autenticità e il concetto di “non ripudio” del messaggio e del documento firmato.

Hai bisogno di maggiori informazioni circa le tipologie di firma?

Non sai quale scegliere per la tua attività? Scrivici!